Mc Donald e Nichol firmano lo Star EHC 2017. 3° posto per Negri-Lambertenghi.

Concluso con successo l’evento che ha visto Viareggio grande protagonista della Vela internazionale.

Sei le prove disputate complessivamente nella cornice delle Alpi Apuane.

E’ firmata dagli americani Andy Mc Donald e Brad Nichol con Usa 8520 l’edizione 2017 dell’ Eastern Hemisphere Championship, il prestigioso evento che, organizzato dal Club Nautico Versilia in collaborazione con la Società Velica Viareggina, ha coinvolto una settantina di titolati equipaggi dell’International Star Class in rappresentanza di quindici Nazioni -Austria, Brasile, Croazia, Francia, Gran Bretagna, Germania, Irlanda, Olanda, Polonia, Russia, Svezia, Svizzera, Ucraina, Usa, e Italia.
Gli americani (8,29,7,1,3,7 i parziali) che hanno regato con una barca nuovissima appena ritirata dal Cantiere, hanno chiuso l’EHC Star ex aequo -26- con i fratelli irlandesi Peter (che ha rappresentato l’Irlanda alle Olimpiadi) e Robert O’Leary (IRL 8418 -19,3,11,2,8,2). Terzo posto per i campioni Diego Negri e Sergio Lambertenghi (Ita 8515; 36 punti; 2,16,12,3,29,3) che hanno preceduto il fuoriclasse e campione mondiale Augie Diaz con Arthur Lopes (Usa 8509 37 punti; 1,10,10,14,2,37) e gli svizzeri Jean Pascal Chatagny e Serge Pulfer (SUI 7829, 41 punti; 4,18,1,20,4,14).
Dopo tre giorni caratterizzati da sole estivo, vento dai 5 agli 8 nodi e mare calmo, nei quali è stato possibile disputare sei prove nel tratto di mare davanti alla cornice delle alpi Apuane (nei primi due è stato necessario ripetere più volte le partenze e dare bandiera nera), nella giornata conclusiva, le mutevoli condizioni meteo (la pioggia sino a tarda mattina e l’assenza di vento) hanno impedito il regolare svolgimento della settima ed ultima regata in programma lasciando pertanto invariata la classifica stilata dopo sei prove e uno scarto.
Le vittorie di giornata sono andate a Usa 8509 Augie Diaz-Arthur Lopes, Usa 8522 Vessella-Trinter, SUI 7829 Chatagny-Pulfer, Usa 8520 Mc Donald-Nichol, UKR 8493 Gureyev-Shafranyuk e a Ita 4897 Giampiero Poggi e Manlio Corsi (SVViareggina). Il Comitato delle proteste è stato presieduto dal benacense Roberto Armellin coadiuvato da  Marco Cerri e Silvio dell’Innocenti mentre il Comitato di Regata da Giuliano Tosi con Paolo Cavallini, Vincenzo Campoli e Benito Franco Manganelli. Stazzatore ufficiale Peter Moeckl.
Soddisfazione per l’ottima riuscita della manifestazione, per l’ospitalità e l’organizzazione è stata espressa da tutti i partecipanti che hanno apprezzato anche i numerosi eventi collaterali proposti per catalizzare l’interesse e l’attenzione non solo dei regatanti e dei loro accompagnatori ma anche dei residenti e dei turisti che in queste giornate stanno affollando la Città di Viareggio. L’EHC Star, infatti, non è stato solo un momento di grande Sport ma anche un volano per sensibilizzare, valorizzare e dare impulso allo sviluppo del territorio. Grazie al Live Tracking e alla tecnologia U-Track, è stato, inoltre, possibile seguire in diretta o in replay tutte le regate rimanendo in contatto costante con i protagonisti in mare.
Nel corso della serata e cena di gala presso il Grand Hotel & Riviera di Lido di Camaiore si sono svolte le premiazioni del Trofeo Benetti (assegnato in base alla classifica stilata dopo le prime quattro prove senza scarto), del Trofeo Andrea Bandoni (al primo equipaggio viareggino classificato), del primo Master (età compresa dai 50 ai 59 anni) e del primo Grand Master (dai 60 ai 69 anni). Il Trofeo Benetti è andato a Negri- Lambertenghi che hanno preceduto Diaz-Lopes, O’Leary-O’Leary, Jennings-Kleen e Vessella-Trinter. Il Trofeo Bandoni, invece, è andato a Raffaello Astorri con Aessandro Vongher. Gli svizzeri Chatagny-Pulfer sono stati premiati come primo equipaggio Master e Mc Donald-Nichol come primi Grand Master.
FOTOGALLERY